ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Euro 2016: Francia, buona la prima; una perla di Payet regola la Romania
Euro 2016: Francia, buona la prima; una perla di Payet regola la Romania
Dimitri Payet. Foto: Afp

Euro 2016: Francia, buona la prima; una perla di Payet regola la Romania

Buona la prima per i padroni di casa della Francia a Euro 2016. Allo Stade de Saint Denis, i galletti sconfiggono per 2-1 la Romania ed incamerano i primi tre punti del Gruppo A, in attesa di assistere quest’oggi al match tra Svizzera ed Albania.

Soffrono, a tratti, i transalpini, con i due leader Paul Pogba e Antoine Griezmann che non riescono ad incidere nelle sorti dell’incontro. Soffrono perché sentono la pressione di un Campionato Europeo che li vede recitare il ruolo di favoriti, ma che dopo due anni di amichevoli e nessun incontro ufficiale, devono testarsi nel momento che più conta.

Soffrono, ma alla fine riescono a piegare gli orgogliosi romeni, che per lunghi momenti tengono testa ai più quotati avversari. Non basta, difatti, la rete all’inizio della ripresa di Oliver Giroud – irregolare per un gomito troppo alto che ostacola la pur maldestra uscita di Ciprian Tătărușanu – per far dormire sogni tranquilli ai bleus: il pareggio firmato pochi minuti dopo da Bogdan Stancu  – che spiazza il portiere avversario su calcio di rigore assegnato dall’arbitro Kassai per fallo di Patrice Evra – gela il pubblico presente sugli spalti.

Occorre così attendere il minuto 89 affinché Dimitri Payet si inventi un potente sinistro dal limite dell’area che regala la vittoria alla sua squadra. E così esulta Didier Deschamps e si rammarica Angel Iordanescu.

Il primo, in particolare, gongola per la prodezza del suo bomber, a cui ha dato fiducia dopo una stagione importante in Premier League. “Dimitri ha fatto molta strada e ha dato tutto per essere qui oggi – sono le parole di Didì a fine partita -Vorrei tenerlo nella bambagia fino alla prossima partita, per evitare che gli succeda qualcosa di brutto”.

E il diretto interessato non nasconde la gioia per essere risultato il man of the match: “Sono molto emozionato – commenta – A un certo punto ero molto lontano dalla nazionale, ma ho lavorato molto con il mio club nonostante gli infortuni. Sono molto contento di essere qui e me la godo al massimo“.

Il tecnico della nazionale sconfitta è comunque soddisfatto per la prova dei suoi: “Mi congratulo con i miei giocatori, ci siamo fatti rispettare. Peccato, sono deluso di uscire sconfitto così”.

Il ghiaccio è rotto, ora spazio agli altri.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*