ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Presentazione squadre 2016: Etixx – Quick Step
Presentazione squadre 2016: Etixx – Quick Step

Presentazione squadre 2016: Etixx – Quick Step

Amici di Mondiali.net, prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle squadre WorldTour e Professional 2016. Quest’oggi sarà sotto i nostri riflettori la Etixx – Quick Step.

Ha bisogno di poche presentazioni, questo squadrone WorldTour belga, capace di finire l’anno solare 2015 con ben 54 vittorie all’attivo e 122 podi totali. Formidabile sotto tanti punti di vista, la formazione di Patrick Lefevere è pronta a dire la sua in tutti gli appuntamenti da gennaio ad ottobre.

Prima di tutto, occhio alle Classiche, dalla Milano-Sanremo a quelle delle Ardenne. Tante sono le frecce nell’arco, a partire da Tom Boonen che, dopo una stagione condizionata dai tanti guai fisici, mira a riscrivere ancora una volta la storia sul pavé, provando a porre l’ennesimo sigillo. Assicura di farsi trovare pronto per tali appuntamenti, il campione belga, ma se così non fosse, ecco che a sostituirlo potranno essere in molti: Niki Terpstra, per esempio, che a sua volta vanta una Roubaix e, da fenomenale passista qual è, è sempre avversario temibilissimo per chiunque. E poi ancora Steijn Vandenbergh o il nostro Matteo Trentin, che quando è chiamato a farsi valere raramente sbaglia.

Poche le vittorie ottenute da parte del ventiseienne di Borso Valsugana, ma che vittorie! Basti citare le due perle al Tour de France o l’ultima, la splendida Parigi-Tours fatta sua con un’arguzia formidabile. Il corridore azzurro è un grande regista, capace di leggere sapientemente le situazioni di corsa e abile a dire la sua tanto in volata, quanto nelle dure Classiche del Nord.

Vi è poi Zdenek Stybar, il quale, dopo l’eccellente carriera da ciclocrossista, ha intrapreso con successo quella da stradista. In tutte le corse in linea il ceco è da inserire nel rango dei favoriti, comprese le Ardenne in cui la squadra può vantare anche altre carte: con un Michal Kwiatkowski in meno, ceduto al Team Sky, fanno parte della corte di Davide Bramati e degli altri direttori sportivi corridori giovani formidabili come Julian Alaphilippe, a cui abbiamo doverosamente dedicato un piccolo spazio qualche tempo fa per tributargli gli onori di una grande stagione compiuta, o il nuovo arrivato Daniel Martin, proveniente dalla Cannondale.

Continuiamo a ritenere il corridore irlandese maggiormente adatto per le brevi corse a tappe e per le prove in linea – non a caso nel suo palmares figura una Liegi-Bastogne-Liegi – ed è su questo tipo di prove che, a nostro parere, dovrebbe puntare. Nell’arco delle tre settimane, durata di un Grande Giro, pur in mezzo a tanta sfortuna, mai è riuscito a rendersi protagonista fino all’ultimo giorno.

E qui apriamo una piccola parentesi relativa ai Grand Tours: con Rigoberto Uran ceduto alla Cannondale, la squadra ha il suo punto debole proprio nella mancanza di scalatori in grado di far classifica. Pur sottolineando come lo staff stia guardando al futuro investendo su giovani come Carlos Verona o Laurens De Plus, non è presente, al momento, un corridore in gradi di lottare per la vittoria nei tre top Giri (non ce ne voglia il pur bravo azzurro Gianluca Brambilla, comunque in grado di arrivare nelle top 10).

Ma ritorniamo alle corse in linea. La lista di corridori in grado di far non bene, ma benissimo, è lunga e deve comprendere almeno Bob Jungels, altro neoacquisto che ha più volte mostrato le sue grandi abilità (nonostante la giovane età) mediante fughe da lontano, o Tony Martin, specialista delle cronometro ma non solo. E aggiungiamo pure il neoprofessionista italiano Davide Martinelli, figlio del direttore sportivo Astana Giuseppe Martinelli, ennesimo specialista delle prove contro il tempo in una squadra che, quando c’è da pensare alle lancette, di rivali non ne ha affatto.

Infine il comparto volate. Non c’è più Mark Cavendish, è vero, ma a colmare l’assenza del corridore dell’Isola di Mann ecco il belga Gianni Meersmann, il forte velocista colombiano Fernando Gaviria e, soprattutto, Marcel Kittel. Dopo il divorzio dalla Giant-Alpecin, il biondo tedesco ha scelto la Etixx per riprendere il feeling con le volate dopo una stagione buttata al vento per colpa di un virus. A partire dalla Sanremo, suo primo obiettivo, e poi il Giro d’Italia, altro terreno in cui vedremo sprintare il forte velocista teutonico.

Status: Uci WorldTour – Belgio
Sigla: EQS
Sito web: http://www.etixx-quickstep.com/
Social Nework: http://twitter.com/Etixx_QuickStep
Team manager: Patrick Lefevere
Corridori:

ALAPHILIPPE, Julian
BOONEN, Tom
BOUET, Maxime
BRAMBILLA, Gianluca
CONTRERAS, Rodrigo *
DE PLUS, Laurens *
DE LA CRUZ MELGAREJO, David
GAVIRIA, Fernando *
JUNGELS, Bob *
KEISSE, Iljo
KITTEL, Marcel *
LAMPAERT, Yves
MAES, Nikolas
MARTIN, Daniel *
MARTIN, Tony
MARTINELLI, Davide*
MEERSMAN, Gianni
RICHEZE, Ariel Maximiliano *
SABATINI, Fabio
SERRY, Pieter
STYBAR, Zdenek
TERPSTRA, Niki
TRENTIN, Matteo
VAKOC, Petr
VAN KEIRSBULCK, Guillaume
VANDENBERGH, Stijn
VELITS, Martin
VERMOTE, Julien
VERONA, Carlos
WIśNIOWSKI, Łukasz 

* Nuovi acquisti


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*